Saluto del Dirigente Scolastico

A tutti gli studenti, a tutti i genitori, ai docenti e al personale Ata

L’avvio dell’anno scolastico impone alla scuola di ripensare alle strategie educative volte a promuovere percorsi formativi in risposta ai bisogni educativa dei nostri studenti.
Il dibattito che coinvolge l'istituzione scuola, nel suo insieme, impegna il nostro Istituto a rendere esplicito il ruolo che intende svolgere nel contesto in cui opera, non perdendo di vista i riferimenti normativi vigenti, che spesso hanno come riferimento le “scuole delle grandi città”.

A tale proposito, invece, devono essere elementi centrali nella predisposizione dell’offerta formativa, il contesto socio-culturale in cui si agisce, la centralità della dimensione relazionale per rendere efficaci i rapporti tra scuola e territorio e non ultimo l’ambiente scolastico in cui si sviluppa l’azione educativa.

Divengono elementi portanti di una rinnovata proposta educativa, la qualità della prestazione pedagogico-didattica, i servizi logistici e il supporto allo studio offerti dalla scuola, la motivazione all’apprendimento che si vuole stimolare insieme alla capacità di promuovere negli alunni responsabilità e impegno e ai partner che si intende coinvolgere, la condivisione delle sue filosofie, in una logica di corresponsabilità educativa che vuole pattuire con tutti i soggetti afferenti alla scuola, i suoi obiettivi strategici.

La responsabilità sociale e l'impegno culturale che in questi anni ha connotato l’azione di questo Istituto, all’interno del territorio, ci porta, quindi, a promuovere con più convinzione ed efficacia nei nostri alunni comportamenti centrati all’attenzione e valorizzazione della qualità ambientale per uno sviluppo sostenibile, attraverso l'acquisizione di capacità e competenze comunicative-relazionali e cognitive al fine di promuovere una responsabilità civica, partendo dall’identità locale, per riconoscersi in una identità europea e planetaria (“Cittadino del Mondo”).

Parole “chiave”, quali apprendimento efficace, curricolo integrato e verticale, integrazione e coesione sociale, partecipazione attiva e responsabilità condivise, saranno quindi elementi caratterizzanti l'attività didattica e progettuale dell'Istituto.
L’attenzione alla dimensione organizzativa, volta all’ottimizzazione delle risorse umane, nonostante le scarse risorse economiche a disposizione, pone al centro, quindi, un incisivo rapporto insegnamento/ apprendimento: dal leggere, scrivere e far di conto di lontana memoria, si avrà come riferimento la “scuola del progetto” in cui il lavoro disciplinare sarà finalizzato a sviluppare competenze riutilizzabili da ogni singolo alunno nell’arco della vita.

Pertanto, “cittadinanza attiva” e “successo formativo” costituiscono gli orizzonti in cui si opera, con un costante monitoraggio dei traguardi di apprendimento dei nostri studenti, attraverso una costante attenzione ai processi educativi che si attivano.
Ciò presuppone l’attenzione alla dimensione valutativa degli apprendimenti congiuntamente alla valutazione del Sistema Scuola, ripensando via via al lavoro che si svolge, allo scopo di misurare il valore aggiunto che la nostra azione avrà prodotto, congiuntamente con quella dei nostri partner.
Con l’umiltà che ci è dovuta, nel cercare di mettere in pratica quanto espresso da H. GARDNER nel suo scritto “Cinque chiavi per il futuro”… per promuovere… una mente disciplinata, sintetica, creativa, responsabile, etica…, quale sfondo integratore del nostro lavoro quotidiano, invio un augurio di buon anno scolastico , affinché siano “promosse” menti ben fatte.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dott.ssa Elvira Busà