L'IIS Scientifico e Tecnico di Orvieto ha beneficiato di due finanziamenti di Fondi Strutturali Europei -  PON 2014-20, progetti che si sono conclusi nell'A.S. 2016/17:

  • Ampliamento e adeguamento rete LAN dell'IIS Scientifico e Tecnico Orvieto, finanziato per un totale di 7500 €
  • IISST Orvieto - Una scuola aumentata, finanziato per un totale di 22000 €

Inoltre sono stati autorizzati i PON: Competenze di base; Alternanza; Orientamento; Cittadinanza Globale; Creatività e Cittadinanza Digitale.

Le immagini qui sotto riportate permettono di accedere a distinte pagine di descrizione dei progetti,

 targaTARGA CITT GLOBALE orientamento alternanza scuola lavoro targa competenze base PON AD

Questa Istituzione Scolastica è stata autorizzata ad attuare il Piano PON Fondi StrutturaliEuropei-
Programma Operativo Nazionale "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014-2020 -

Asse I - Istruzione - Fondo Sociale Europeo (FSE). Obiettivo Specifico 10.2 Miglioramento
delle competenze chiave degli allievi, anche mediante il supporto dello sviluppo delle capacità di
docenti, formatori e staff. - Azione 10.2.2 e relative sottoazioni. Azioni di integrazione e
potenziamento delle aree disciplinari di base.
Progetto autorizzato AOODGEFID/2669 del 03/03/2017: 10.2.2A-Fd RPOC-UM-2018-8- Dati aperti al servizio della salute

 

pubblicizzazione autorizzazione (pdf)

Bando interno selezione esperto modulo "Se mi serve lo stampo"

Bando interno selezione tutor modulo "Se mi serve lo stampo"

Bando esterno selezione esperto modulo "Se mi serve lo stampo"

 

Descrizione progetto

Il progetto intende promuovere lo sviluppo di molteplici competenze utili ad affrontare la complessità e le sfide di una società che cambia rapidamente, contribuendo a far coltivare e sviluppare le capacità di comprendere, interpretare, criticare, creare. L'intervento è incentrato sulla cittadinanza digitale e ruota intorno al concetto di Open Data e Open Access, come strumenti di democrazia da saper conoscere, rilevare, comprendere e divulgare.

Gli studenti e le studentesse partecipanti accresceranno le competenze di lettura e rappresentazione della complessità, quella che accompagna le sfide di una società tecnologica, e la maturazione di una coscienza civica del ruolo dei dati, dalla loro produzione fino alla pubblicazione e diffusione in ambienti digitali.

Grazie alla realizzazione di compiti di realtà ed all'uso di metodologie di didattica attiva, i partecipanti progetteranno ed implementeranno un sistema di acquisizione dati, con sensori di temperatura, umidità, CO2, CO, fumo, polveri sottili, rilevatori di scosse telluriche, utilizzando piattaforme caratteristiche del making. Gli studenti e le studentesse, al fine di sviluppare la creatività digitale, realizzeranno inoltre una serie di supporti e componenti meccaniche del sistema di sensori, ideando, progettando e stampando in 3D gli stessi.

I dati raccolti, dal sistema di sensori, permetteranno un'indagine nella comunità scolastica sulla percezione del diritto alla salute, con particolare riguardo a due aspetti: quello della qualità dell’aria nelle aule e quello della gestione dell’ansia per le scosse telluriche.

L'intero percorso progettuale sarà raccontato con video e articoli realizzati dagli studenti (digital storytelling), che realizzeranno anche modalità di presentazione (infografiche) dei dati ambientali raccolti in tempo reale e di quelli contenuti nel database realizzato (storico delle misure). Tutto ciò sarà accessibile su un sito web dedicato e grazie ad una app per smartphone, anch'essi realizzati dai partecipanti.

 

Obiettivi del progetto

Il progetto intende promuovere lo sviluppo di molteplici competenze utili ad affrontare la complessità e le sfide di una società che cambia rapidamente, contribuendo a far coltivare e sviluppare le capacità di comprendere, interpretare, criticare, creare. Con un percorso misto di “cittadinanza digitale”, in interazione con elementi di pensiero computazionale e creatività digitale, per gli studenti partecipanti al progetto ci si attende un accrescimento delle competenze di lettura e rappresentazione della complessità, quella che accompagna le sfide di una società tecnologica, e la maturazione di una coscienza civica del ruolo dei dati, dalla loro produzione fino alla pubblicazione e diffusione in ambienti digitali. Si persegue inoltre la valorizzazione delle diverse tipologie di intelligenze degli studenti, in particolar modo offrendo opportunità nuove a quelli abitualmente in difficoltà nelle normali attività curricolari. Saranno infine perseguiti obiettivi formativi specifici nel campo del pensiero computazionale, del making, dello storytelling, del digital design, con una valenza orientativa per la costruzione del progetto di vita dei partecipanti.

Tematiche e contenuti dei moduli formativi

Gli studenti saranno impegnati in un progetto che parte da una attività di ricerca per analizzare il contesto (ambientale, fisico, sociale) e sviluppa soluzioni a impatto sociale, che possano migliorare il territorio e la comunità scolastica. Gli studenti realizzeranno un sistema di rilevamento di dati relativi alla qualità dell’aria e alle scosse telluriche nell’area scolastica e ne divulgheranno gli esiti su un sito e una app appositamente creati, utilizzando anche modalità di data journalism ed elementi di infografica e data visualisation, per la rappresentazione delle informazioni complesse e raccontando le fasi progettuali con video da loro realizzati (digital storytelling). Il sistema di rilevamento sarà messo a punto in due moduli che ruoteranno intorno agli aspetti del making, sia per l’interfacciamento e la programmazione di Arduino, che per la progettazione e stampa 3D dei necessari supporti meccanici.

Modulo 1: Cinque sensi o più - purché digitali

Questo modulo è incentrato sul pensiero computazionale: l’obiettivo pratico è quello di progettare ed implementare un sistema di acquisizione dati interfacciando sensori di temperatura, umidità, CO2, CO, fumo, polveri sottili, rilevatori di scosse telluriche, utilizzando piattaforme caratteristiche del making come Raspberry PI 3 e/o Arduino.

Modulo 2: Se mi serve lo stampo

Questo modulo è incentrato sulla creatività digitale: l’obiettivo pratico è quello di ideare, progettare, modellizzare e stampare in 3D una serie di supporti e componenti meccaniche del sistema di sensori di cui al Modulo 3.

Modulo 3: Facciamo nostri i dati

Questo modulo è incentrato sulla cittadinanza digitale e ruota intorno al concetto di Open Data e Open Access come strumenti di democrazia. Il modulo rappresenta un percorso che contribuisce a dare senso agli altri tre moduli del progetto.

Modulo 4: Digital reporters/presenters

Questo modulo è incentrato sulla divulgazione in ambienti digitali, e si sviluppa su due assi: da un lato vengono raccontate le fasi dell’intero progetto con video e articoli realizzati dagli studenti (digital storytelling); dall’altro si sviluppano modalità di presentazione (infografiche) dei dati ambientali raccolti in tempo reale e di quelli contenuti nel database (storico delle misure). Tutto ciò si avvale di un sito web dedicato e di una app per smartphone.

Questa Istituzione Scolastica è stata autorizzata ad attuare il Piano PON Fondi StrutturaliEuropei-
Programma Operativo Nazionale "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014-2020 -

Asse I - Istruzione - Fondo Sociale Europeo (FSE). Obiettivo Specifico 10.2 Miglioramento
delle competenze chiave degli allievi, anche mediante il supporto dello sviluppo delle capacità di
docenti, formatori e staff. - Azione 10.1.6 e relative sottoazioni. Azioni di integrazione e
potenziamento delle aree disciplinari di base.
Progetto autorizzato

AOODGEFID/2999 del 13/03/2017:10.1.6A-FSEPON-UM-2018-14 - AAA cercasi storie dal gran finale

Pubblicizzazione disseminazione (pdf)

Bando Tutor modulo 1.pdf

Bando Tutor modulo 2.pdf

Bando Tutor modulo 3.pdf

Bando Figure aggiuntive modulo 1.pdf

Bando Figure aggiuntive modulo 2.pdf

Bando Figure aggiuntive modulo 3.pdf

Bando selezione personale ATA (pdf)

graduatoria provvisoria tutor Laboratori di autovalutazione, di comunicazione per le pari opportunità, di ricerca delle opportunità 

Manifestazione Interesse studenti (pdf)

Bando esterno selezione esperto

Graduatoria provvisoria esperti moduli: "1° Laboratorio di autovalutazione", "Laboratorio di comunicazione per le pari opportunità", "Laboratorio di ricerca delle opportunità"

Descrizione del Progetto

Il progetto mira, attraverso attività laboratoriali, a far acquisire a studenti e studentesse le competenze necessarie a supportare, con interventi di peer education, sé stessi ed altri giovani nel gestire la transizione scuola-formazione-lavoro, sostenendoli nei processi di scelta e di decisione.

Le attività laboratoriali sono finalizzate alla definizione e costruzione di prodotti utili all'orientamento e ri-orientamento degli studenti ed all'acquisizione delle conoscenze e delle abilità utili ad agire come “Coach vocazionale”.

Nell'ambito dei differenti laboratori, le studentesse e gli studenti, dopo una fase di approfondimento con esperti e con il loro accompagnamento, divisi in piccoli gruppi, saranno avviati alla realizzazione di specifici prodotti. I partecipanti realizzeranno, in particolare, un Report sulle proposte per affrontare le criticità degli apprendimenti, emerse in seguito ad una ricerca sulle competenze strategiche, effettuata utilizzando i questionari disponibili sulla piattaforma www.competenzestrategiche.it, messa a disposizione del progetto.

Tale attività sarà ripetuta nel secondo anno, con il coinvolgimento attivo dei partecipanti alla prima edizione del laboratorio. Le studentesse e gli studenti, inoltre, realizzeranno, in altri laboratori, a supporto delle attività di “coaching vocazionale”, una sitografia tematica, un vademecum sull'orientamento professionale, dei brevi video tesi al superamento degli stereotipi che caratterizzano le scelte formative, in un’ottica di promozione delle pari opportunità.

Gli obiettivi del progetto sono tesi a ridurre il fallimento formativo precoce e la dispersione scolastica e formativa, attraverso azioni di orientamento, di continuità e di sostegno alle scelte dei percorsi intrapresi. S’intende, in particolare, introdurre un approccio innovativo alle attività di orientamento e ri-orientamento dell’Istituto, nelle quali, con interventi di peer education, learning by doing e ricerca-azione, vi sia il protagonismo di studenti e studentesse nel supportare altri giovani nei processi di scelta e di decisione e nella gestione della transizione scuola-formazione-lavoro.

Si svilupperanno nelle studentesse e negli studenti:

  • l’autonoma capacità di giudizio utile a costruire il proprio progetto di vita e di lavoro;
  • la conoscenza e lo sviluppo delle competenze strategiche;
  • la conoscenza e la riflessione sul mercato del lavoro e sulle modalità più adeguate per accedervi,
  • direttamente o dopo un percorso di formazione;
  • le competenze necessarie a ricercare con continuità informazioni utili ad approfondire fatti e circostanze essenziali, che possano aiutare a compiere scelte coerenti con i propri bisogni ed individuare e perseguire opportunità future;
  • le competenze necessarie a realizzare prodotti multimediali, anche tesi al superamento degli stereotipi che caratterizzano le scelte formative in un’ottica di promozione delle pari opportunità.

 

Moduli - 1° Laboratorio di autovalutazione

Gli studenti con quest'attività svilupperanno l’autonoma capacità di giudizio, motivandosi a costruire il proprio progetto di vita e di lavoro. Il modulo intende favorire forme di autovalutazione e valutazione delle competenze strategiche, che sono alla base della capacità di dirigere se stessi nello studio e nel lavoro.

 

Moduli - 2° Laboratorio di autovalutazione

Questo modulo ripropone le attività già sperimentate, apportando gli eventuali correttivi e/o miglioramenti, con l’intento di innescare un processo di avvicendamento degli studenti, utile a dare continuità al modello di orientamento proposto. Tale attività si avvarà, infatti, della collaborazione e dell’esperienza maturata dagli studenti, che hanno partecipato al primo modulo, al fine di garantirne continuità e sostenibilità. Gli studenti con quest’attività svilupperanno l’autonoma capacità di giudizio, motivandosi a costruire il proprio progetto di vita e di lavoro. Il modulo intende favorire forme di autovalutazione e valutazione delle competenze strategiche, che sono alla base della capacità di dirigere se stessi nello studio e nel lavoro

Moduli - Laboratorio di comunicazione per le pari opportunità

Il modulo ha l’obiettivo di stimolare la conoscenza e la riflessione sul mercato del lavoro e sull'innovazione economica nell'era digitale; e di far acquisire a studenti e studentesse le competenze necessarie a realizzare prodotti multimediali, tesi al superamento degli stereotipi che caratterizzano le scelte formative delle studentesse in un’ottica di promozione delle pari opportunità. Il modulo intende fornire le conoscenze e le abilità utili a progettazione un video, a fare riprese ed assemblare immagini.

Moduli - Laboratorio di ricerca delle opportunità

Il modulo ha l’obiettivo di stimolare la conoscenza e la riflessione sul mercato del lavoro e sulle modalità più adeguate per accedervi, direttamente o dopo un percorso di formazione; e di far acquisire a studenti e studentesse le competenze necessarie a ricercare con continuità informazioni utili ad approfondire fatti e circostanze essenziali, che possono aiutare a compiere scelte coerenti con i propri bisogni ed individuare e perseguire opportunità future.

Gli studenti e le studentesse, in piccoli gruppi, saranno chiamati a individuare sul web le informazioni essenziali per effettuare una ricerca sulle opportunità formative e professionali, che desiderano svolgere in futuro, e scegliere il percorso più adeguato per raggiungere lo scopo, al fine di realizzare un vademecum e una sezione dedicata on line sul sito scolastico.

Questa Istituzione Scolastica è stata autorizzata ad attuare il Piano PON Fondi StrutturaliEuropei-
Programma Operativo Nazionale "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014-2020 -

Questa Istituzione Scolastica è stata autorizzata ad attuare il Piano PON Fondi StrutturaliEuropei-
Programma Operativo Nazionale "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014-2020 -

1. pubblicizzazione autorizzazione

2. assunzione in bilancio

3. Bando tutor

4. Bando struttura ospitante

5. Allegati Struttura ospitante (formato editabile)

6. Bando Alunni

7. Allegati Alunni (formato editabile)

8. Avviso proroga bando struttura ospitante

9. Graduatoria provvisoria tutor

10. Avviso di selezione pubblica della struttura ospitante

11.Elenco studenti che hanno presentato domanda per il viaggio a Brussels

Progetto: Spirit of Europe

Descrizione progetto

Il progetto “Spirit of Europe” si propone come finalità quella di partire dal mondo in cui viviamoper costruire il mondo in cui vogliamo vivere. Cittadini più connessi e interdipendenti possonorafforzare la coscienza di essere uniti da un’unica comunità di origine e di destino, di essereappartenenti al genere umano e abitanti della Terra.

L’I.I.S.S. Scientifico e Tecnico di Orvieto, da sempre impegnato nella cittadinanza attiva e consapevole, elabora un progetto di alternanza scuola-lavoro fondato sui temi del diritto di asilo e politiche migratorie negli Stati dell’Unione e dell’integrazione degli studenti migranti nelle scuole della UE. Siamo infatti convinti che elaborare un progetto di alternanza scuola-lavoro fondato sui valori del civismo, della cittadinanza attiva e del rispetto della diversità sia importante per l’interconnessione tra il modo del lavoro locale e globale. Il progetto promuove una riflessione e una ricerca di possibili soluzioni sulle sfide fondamentali della globalizzazione(migrazione, ambiente, lavoro, educazione) calandole nella realtà europea attraverso una educazione innovativa che superi l’apprendimento per accumulo di saperi disciplinari separati e parcellizzati, avulsi da ogni contesto reale. L’idea è quella di portare i ragazzi nel cuore delle Istituzioni Europee per farli sentire protagonisti attivi per la creazione di una nuova idea di Europa più solidale, inclusiva e collaborativa. Gli studenti infatti simuleranno i lavori dell’Assemblea Parlamentare per elaborare un loro personale punto di vista sui temi in esame che convergeranno in un dibattito e in una successiva elaborazione di una Carta di principi per un’etica sostenibile.

Si tratta di cambiare il modo di fare scuola affinché questa diventi una comunità di educazione e partecipazione che permetta l’integrazione di studenti, insegnanti, governi locali, territori,comunità e associazioni.

Con questo progetto si vuole promuovere un nuovo modello di cittadinanza basato sulla piena consapevolezza della dignità insita in ogni essere umano, sulla sua appartenenza ad una comunità locale e globale e sull’impegno attivo per ottenere un mondo più giusto e sostenibile. Il cittadino globale è una persona capace di “IMPARARE connettendo, di FARE pensando, di CONVIVERE riconoscendo, di ESSERE divenendo, di TRASFORMARE immaginando”.

Obiettivi

Il progetto si prefigge i seguenti obiettivi:
- facilitare l'integrazione culturale, linguistica e lavorativa all'estero;
- far sperimentare agli studenti un'azione di cittadinanza attiva, in cui il prodotto del proprio impegno viene reso visibile e riconosciuto dalla comunità locale;
- essere consapevoli, alla luce della costituziome, del valore della persona, riconosciuto in quanto tale dalle leggi dello Stato;
- sensibilizzare la comunità (famiglie, politici, operatori economici);
- promuovere la consapevolezza di essere riconosciuti come persone e cittadini abili e abilitati ad esercitare diritti inviolabili e doveri inderogabili;
- disporre al dialogo nei confronti di cittadini di paesi diversi per tradizioni, leggi, istituzioni, nel rispetto e nell'ascolto reciproco;
- sviluppare il rapporto-confronto con cittadini di diversa identità e tradizioni culturali, individuando il contributo positivo di ciascuno ad una convivenza pacifica e ordinata;
- contribuire alla formazione DI giovani responsabili e preparati a partecipare in modo attivo e costruttivo ai processi decisionali e di sviluppo della società nell'attuale orizzonte globalizzato;
- riconoscere la dignità propria e altrui ed accettare le norme costituzionali e le regole di cittadinanza nazionale, europea e internazioale attraverso la conoscenza delle istituzioni;
- organizzare una campagna di comunicazione sul problema affrontato che coinvolga la comunità scolastica.

Struttura del Progetto

Il percorso formativo è incentrato sull’attività di ricerca e riflessione dei giovani sui nodi e le connessioni entro cui rilevare i tratti comuni europei per sviluppare una coscienza comune di appartenenza, promuovere il dialogo interculturale e imparare a svolgere consapevolmente, responsabilmente e liberamente il proprio ruolo di cittadino.

Lo sviluppo di specifiche attività per il miglioramento delle soft skills viene integrato con attività di role-play, peer to peer, cooperative learning, discovery learning.

La simulazione sarà un momento durante il quale si tenterà di creare una comunità accogliente, inclusiva e collaborativa, a partire dalla conoscenza delle diversità e dalla loro valorizzazione, attraverso un modello di azioni culturali riproponibili che portino all’interiorizzazione dei principi della cittadinanza attiva mettendo in gioco la creatività e la partecipazione. La fase di informazione e orientamento (8 ore in sede) prevede un primo approccio all’ASL sotto forma di simulazione delle attività parlamentari. La fase preparatoria prevede lo studio delle regole e del funzionamento del Parlamento Europeo, nonché l’approfondimento dei temi oggetto dell’attività di simulazione. La fase operativa prevede la trattazione dei temi prescelti nell’ambito della simulazione vera e propria, quali il diritto di asilo e politiche migratorie negli Stati dell’Unione e l’integrazione degli studenti migranti nelle scuole dell’Unione Europea.

Modulo: Partecipare per includere

Il titolo del modulo fa riferimento alla necessità di sviluppare negli studenti una cittadinanza attiva a partire dall'analisi dei principali problemi globali e del territorio per arrivare a sentirsi protagonisti della propria realtà attraverso la formulazione di proposte concrete di risoluzione, fino alla stesura di una Carta di Principi e azioni eticamente sostenibili.

Il modulo prevede la suddivisione degli studenti in due gruppi che lavoreranno in modo laboratoriale sui seguenti macrotemi: diritto di asilo e politiche migratorie negli Stati dell’Unione e integrazione degli studenti migranti nelle scuole dell’Unione Europea. I gruppi sono costituiti in maniera eterogenea, sia da studenti con ottime competenze di base che da studenti stranieri e studenti con Bisogni Educativi Speciali, in modo da attivare interventi di peer-education. Il modulo si articola in tre momenti:

A. L' Orientamento che si svolgerà nella sede della scuola con la collaborazione di tutor e esperti;

B. La Simulazione della General Assembly del Parlamento Europeo che si svolgerà a Brussels nella sede del Parlamento Europeo;

C. Spirit of Europe

ARTICOLAZIONE

A. Orientamento:

Fase 1- avvio del progetto con informativa (2 ore);

Fase 2- conoscenza della struttura e del funzionamento delle Istituzioni Europee (3 ore);

Fase 3- ricerca delle fonti per conoscere la legislatura già esistente sull'argomento (3 ore).

B. Simulazione:

Fase 1- visita della città, delle sedi istituzionali e incontro con i rappresentanti del Parlamento (12 ore);

Fase 2- brainstorming e stesura di uno schema che raccolga e metta in ordine le idee di ogni studente (6 ore);

Fase 3- ricerca e elaborazione di un documento (Fact Sheet) nel quale elencare le fonti trovate che saranno utili per redigere la risoluzione parlamentare (12 ore) ;

Fase 4- elaborazione di un documento (Position Paper) nel quale verrà esposta la posizione degli studenti sui temi dell’integrazione e del diritto di asilo (6 ore);

Fase 5- discussione mirata al raggiungimento di un percorso comune (6 ore);

Fase 6- Committee Work. Presso la sede del Parlamento Europeo, ogni studente, insieme agli studenti di altre scuole d'Italia che hanno scelto la stessa Commissione Parlamentare, lavorerà con gli altri membri della propria Commissione alla stesura della risoluzione, esclusivamente in lingua inglese (16 ore);

Fase 7- General Assembly. Tutti gli studenti, divisi in Commissioni Parlamentari, si riuniranno nell' Assemblea Generale, simulando una vera assemblea parlamentare, e presenteranno, discuteranno e voteranno ogni risoluzione, esclusivamente in lingua inglese (12 ore);

Fase 8- a chiusura dei lavori si prevede una giornata (6 ore) dedicata all'approfondimento dei seguenti temi:

- le pietre miliari e le ragioni della costruzione dell’Europa;

- i grandi successi della storia della UE;

- le mappe d’Europa: Chi fa parte della zona Euro? Chi riceve aiuti dalla UE?

C. Spirit of Europe
Una giornata (6 ore) dedicata alla visita del parco Mini Europe (Brussels) e in particolare del percorso “Spirit of Europe”, un corso interattivo e d’intrattenimento sull’UE per scoprire l’Unione Europea, i suoi membri, la sua storia, i suoi successi, l’allargamento.
METODOLOGIE E STRATEGIE
• Peer education;
• discovery learning;
• learning by doing;
• cooperative learning;
• ricerca-azione;
• problem posing/solving;
• dibattito.