Questa Istituzione Scolastica è stata autorizzata ad attuare il Piano PON Fondi StrutturaliEuropei-
Programma Operativo Nazionale "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014-2020 -

Asse I - Istruzione - Fondo Sociale Europeo (FSE). Obiettivo Specifico 10.2 Miglioramento
delle competenze chiave degli allievi, anche mediante il supporto dello sviluppo delle capacità di
docenti, formatori e staff. - Azione 10.2.2 e relative sottoazioni. Azioni di integrazione e
potenziamento delle aree disciplinari di base.
Progetto autorizzato AOODGEFID/2669 del 03/03/2017: 10.2.2A-Fd RPOC-UM-2018-8- Dati aperti al servizio della salute

 

pubblicizzazione autorizzazione (pdf)

Bando interno selezione esperto modulo "Se mi serve lo stampo"

Bando interno selezione tutor modulo "Se mi serve lo stampo"

 

Descrizione progetto

Il progetto intende promuovere lo sviluppo di molteplici competenze utili ad affrontare la complessità e le sfide di una società che cambia rapidamente, contribuendo a far coltivare e sviluppare le capacità di comprendere, interpretare, criticare, creare. L'intervento è incentrato sulla cittadinanza digitale e ruota intorno al concetto di Open Data e Open Access, come strumenti di democrazia da saper conoscere, rilevare, comprendere e divulgare.

Gli studenti e le studentesse partecipanti accresceranno le competenze di lettura e rappresentazione della complessità, quella che accompagna le sfide di una società tecnologica, e la maturazione di una coscienza civica del ruolo dei dati, dalla loro produzione fino alla pubblicazione e diffusione in ambienti digitali.

Grazie alla realizzazione di compiti di realtà ed all'uso di metodologie di didattica attiva, i partecipanti progetteranno ed implementeranno un sistema di acquisizione dati, con sensori di temperatura, umidità, CO2, CO, fumo, polveri sottili, rilevatori di scosse telluriche, utilizzando piattaforme caratteristiche del making. Gli studenti e le studentesse, al fine di sviluppare la creatività digitale, realizzeranno inoltre una serie di supporti e componenti meccaniche del sistema di sensori, ideando, progettando e stampando in 3D gli stessi.

I dati raccolti, dal sistema di sensori, permetteranno un'indagine nella comunità scolastica sulla percezione del diritto alla salute, con particolare riguardo a due aspetti: quello della qualità dell’aria nelle aule e quello della gestione dell’ansia per le scosse telluriche.

L'intero percorso progettuale sarà raccontato con video e articoli realizzati dagli studenti (digital storytelling), che realizzeranno anche modalità di presentazione (infografiche) dei dati ambientali raccolti in tempo reale e di quelli contenuti nel database realizzato (storico delle misure). Tutto ciò sarà accessibile su un sito web dedicato e grazie ad una app per smartphone, anch'essi realizzati dai partecipanti.

 

Obiettivi del progetto

Il progetto intende promuovere lo sviluppo di molteplici competenze utili ad affrontare la complessità e le sfide di una società che cambia rapidamente, contribuendo a far coltivare e sviluppare le capacità di comprendere, interpretare, criticare, creare. Con un percorso misto di “cittadinanza digitale”, in interazione con elementi di pensiero computazionale e creatività digitale, per gli studenti partecipanti al progetto ci si attende un accrescimento delle competenze di lettura e rappresentazione della complessità, quella che accompagna le sfide di una società tecnologica, e la maturazione di una coscienza civica del ruolo dei dati, dalla loro produzione fino alla pubblicazione e diffusione in ambienti digitali. Si persegue inoltre la valorizzazione delle diverse tipologie di intelligenze degli studenti, in particolar modo offrendo opportunità nuove a quelli abitualmente in difficoltà nelle normali attività curricolari. Saranno infine perseguiti obiettivi formativi specifici nel campo del pensiero computazionale, del making, dello storytelling, del digital design, con una valenza orientativa per la costruzione del progetto di vita dei partecipanti.

Tematiche e contenuti dei moduli formativi

Gli studenti saranno impegnati in un progetto che parte da una attività di ricerca per analizzare il contesto (ambientale, fisico, sociale) e sviluppa soluzioni a impatto sociale, che possano migliorare il territorio e la comunità scolastica. Gli studenti realizzeranno un sistema di rilevamento di dati relativi alla qualità dell’aria e alle scosse telluriche nell’area scolastica e ne divulgheranno gli esiti su un sito e una app appositamente creati, utilizzando anche modalità di data journalism ed elementi di infografica e data visualisation, per la rappresentazione delle informazioni complesse e raccontando le fasi progettuali con video da loro realizzati (digital storytelling). Il sistema di rilevamento sarà messo a punto in due moduli che ruoteranno intorno agli aspetti del making, sia per l’interfacciamento e la programmazione di Arduino, che per la progettazione e stampa 3D dei necessari supporti meccanici.

Modulo 1: Cinque sensi o più - purché digitali

Questo modulo è incentrato sul pensiero computazionale: l’obiettivo pratico è quello di progettare ed implementare un sistema di acquisizione dati interfacciando sensori di temperatura, umidità, CO2, CO, fumo, polveri sottili, rilevatori di scosse telluriche, utilizzando piattaforme caratteristiche del making come Raspberry PI 3 e/o Arduino.

Modulo 2: Se mi serve lo stampo

Questo modulo è incentrato sulla creatività digitale: l’obiettivo pratico è quello di ideare, progettare, modellizzare e stampare in 3D una serie di supporti e componenti meccaniche del sistema di sensori di cui al Modulo 3.

Modulo 3: Facciamo nostri i dati

Questo modulo è incentrato sulla cittadinanza digitale e ruota intorno al concetto di Open Data e Open Access come strumenti di democrazia. Il modulo rappresenta un percorso che contribuisce a dare senso agli altri tre moduli del progetto.

Modulo 4: Digital reporters/presenters

Questo modulo è incentrato sulla divulgazione in ambienti digitali, e si sviluppa su due assi: da un lato vengono raccontate le fasi dell’intero progetto con video e articoli realizzati dagli studenti (digital storytelling); dall’altro si sviluppano modalità di presentazione (infografiche) dei dati ambientali raccolti in tempo reale e di quelli contenuti nel database (storico delle misure). Tutto ciò si avvale di un sito web dedicato e di una app per smartphone.