Studenti 'Ambasciatori' per un giorno


IMUN, 2500 STUDENTI 'AMBASCIATORI' PER UN GIORNO:


A ROMA LE SIMULAZIONI DELLE ASSEMBLEE ONU

L’IIS Scientifico e Tecnico  di Orvieto ha partecipato, come tutti gli anni, all’ evento IMUN(Italian Model United Nations ) che è stato inaugurato il 17 gennaio 2016 a Roma presso l’Auditorium della Conciliazione e che si è svolto fino al giorno 21 gennaio.

L’IMUN è la più grande simulazione di processi diplomatici esistente in Italia, organizzata dall’Associazione United Network in collaborazione con la Regione Lazio e l'IMUNA-International Model United Nations Association di New York. Si ritiene che IMUN sia una formula di grande successo, grazie all’interesse e all’entusiasmo di migliaia di studenti italiani desiderosi di cimentarsi in un’esperienza formativa unica: diventare ambasciatore di uno degli Stati membri delle Nazioni Unite e rappresentarlo in veste di “delegato” nelle assemblee dell’ONU e delle più importanti organizzazioni internazionali, per avvicinarsi al mondo della diplomazia e comprendere come funziona la cooperazione internazionale. Alla cerimonia inaugurale a Roma hanno partecipato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia, il Magnifico Rettore dell’Università La Sapienza di Roma, Eugenio Gaudio, oltre a delegati e rappresentanti di molte Organizzazioni Internazionali. Le simulazione si sono poi svolte nella Capitale dal 17 al 21 gennaio in varie sedi: Camera dei Deputati, Campidoglio, Auditorium della Conciliazione, Centro Congressi Roma Eventi. Alla nostra delegazione è stata assegnata la sede del Campidoglio. Tanti gli argomenti che sono stati affrontati e discussi, tutti legati all’attualità più stringente: dalla tutela del patrimonio culturale e archeologico nella Siria sconvolta dalla guerra all’emergenza immigrazione, dalla finanza ai diritti umani, dalla sicurezza nel Mediterraneo ai cambiamenti climatici. Il progetto dei Model United Nations si articola in due fasi: una preparatoria, durante la quale gli allievi studiano i temi e il modo in cui operare all’interno della simulazione; e una operativa basata sul metodo del learning by doing, in cui i delegati vestono il ruolo dei diplomatici all’interno del Model. Nel corso delle varie assemblee gli studenti “delegati” hanno svolto dunque  le attività tipiche della diplomazia: hanno scritto e tenuto discorsi, preparato bozze di risoluzione, negoziati con alleati e avversari, risoluzione di conflitti, hanno imparato a muoversi all’interno delle committees adottando le regole di procedura delle Nazioni Unite. La fase di formazione ha previsto il “delegate training course”, durante il quale lo studente ha imparato le nozioni base sulla nascita, sviluppo, funzionamento delle Nazioni Unite e del complesso sistema istituzionale che lo compone. Ogni studente “delegato” è stato chiamato ad approfondire i più importanti aspetti del Paese estero che gli è stato assegnato, come la storia, la geografia, l’economia, la cultura, in modo da essere preparato al delicato compito che lo ha atteso: rappresentarlo ufficialmente in veste di Ambasciatore all’Assemblea delle Nazioni Unite.

Tutte le simulazioni si sono svolte in lingua inglese.

Ai partecipanti sono state riconosciute 70 ore come ore di alternanza scuola-lavoro ed è che a tal proposito  l’IISST di Orvieto ha stipulato una convenzione con l’Associazione United Network.