1. pubblicizzazione autorizzazione

2. assunzione in bilancio

3. Bando tutor

4. Bando struttura ospitante

5. Allegati Struttura ospitante (formato editabile)

6. Bando Alunni

7. Allegati Alunni (formato editabile)

8. Avviso proroga bando struttura ospitante

Progetto: Spirit of Europe

Descrizione progetto

Il progetto “Spirit of Europe” si propone come finalità quella di partire dal mondo in cui viviamoper costruire il mondo in cui vogliamo vivere. Cittadini più connessi e interdipendenti possonorafforzare la coscienza di essere uniti da un’unica comunità di origine e di destino, di essereappartenenti al genere umano e abitanti della Terra.

L’I.I.S.S. Scientifico e Tecnico di Orvieto, da sempre impegnato nella cittadinanza attiva e consapevole, elabora un progetto di alternanza scuola-lavoro fondato sui temi del diritto di asilo e politiche migratorie negli Stati dell’Unione e dell’integrazione degli studenti migranti nelle scuole della UE. Siamo infatti convinti che elaborare un progetto di alternanza scuola-lavoro fondato sui valori del civismo, della cittadinanza attiva e del rispetto della diversità sia importante per l’interconnessione tra il modo del lavoro locale e globale. Il progetto promuove una riflessione e una ricerca di possibili soluzioni sulle sfide fondamentali della globalizzazione(migrazione, ambiente, lavoro, educazione) calandole nella realtà europea attraverso una educazione innovativa che superi l’apprendimento per accumulo di saperi disciplinari separati e parcellizzati, avulsi da ogni contesto reale. L’idea è quella di portare i ragazzi nel cuore delle Istituzioni Europee per farli sentire protagonisti attivi per la creazione di una nuova idea di Europa più solidale, inclusiva e collaborativa. Gli studenti infatti simuleranno i lavori dell’Assemblea Parlamentare per elaborare un loro personale punto di vista sui temi in esame che convergeranno in un dibattito e in una successiva elaborazione di una Carta di principi per un’etica sostenibile.

Si tratta di cambiare il modo di fare scuola affinché questa diventi una comunità di educazione e partecipazione che permetta l’integrazione di studenti, insegnanti, governi locali, territori,comunità e associazioni.

Con questo progetto si vuole promuovere un nuovo modello di cittadinanza basato sulla piena consapevolezza della dignità insita in ogni essere umano, sulla sua appartenenza ad una comunità locale e globale e sull’impegno attivo per ottenere un mondo più giusto e sostenibile. Il cittadino globale è una persona capace di “IMPARARE connettendo, di FARE pensando, di CONVIVERE riconoscendo, di ESSERE divenendo, di TRASFORMARE immaginando”.

Obiettivi

Il progetto si prefigge i seguenti obiettivi:
- facilitare l'integrazione culturale, linguistica e lavorativa all'estero;
- far sperimentare agli studenti un'azione di cittadinanza attiva, in cui il prodotto del proprio impegno viene reso visibile e riconosciuto dalla comunità locale;
- essere consapevoli, alla luce della costituziome, del valore della persona, riconosciuto in quanto tale dalle leggi dello Stato;
- sensibilizzare la comunità (famiglie, politici, operatori economici);
- promuovere la consapevolezza di essere riconosciuti come persone e cittadini abili e abilitati ad esercitare diritti inviolabili e doveri inderogabili;
- disporre al dialogo nei confronti di cittadini di paesi diversi per tradizioni, leggi, istituzioni, nel rispetto e nell'ascolto reciproco;
- sviluppare il rapporto-confronto con cittadini di diversa identità e tradizioni culturali, individuando il contributo positivo di ciascuno ad una convivenza pacifica e ordinata;
- contribuire alla formazione DI giovani responsabili e preparati a partecipare in modo attivo e costruttivo ai processi decisionali e di sviluppo della società nell'attuale orizzonte globalizzato;
- riconoscere la dignità propria e altrui ed accettare le norme costituzionali e le regole di cittadinanza nazionale, europea e internazioale attraverso la conoscenza delle istituzioni;
- organizzare una campagna di comunicazione sul problema affrontato che coinvolga la comunità scolastica.

Struttura del Progetto

Il percorso formativo è incentrato sull’attività di ricerca e riflessione dei giovani sui nodi e le connessioni entro cui rilevare i tratti comuni europei per sviluppare una coscienza comune di appartenenza, promuovere il dialogo interculturale e imparare a svolgere consapevolmente, responsabilmente e liberamente il proprio ruolo di cittadino.

Lo sviluppo di specifiche attività per il miglioramento delle soft skills viene integrato con attività di role-play, peer to peer, cooperative learning, discovery learning.

La simulazione sarà un momento durante il quale si tenterà di creare una comunità accogliente, inclusiva e collaborativa, a partire dalla conoscenza delle diversità e dalla loro valorizzazione, attraverso un modello di azioni culturali riproponibili che portino all’interiorizzazione dei principi della cittadinanza attiva mettendo in gioco la creatività e la partecipazione. La fase di informazione e orientamento (8 ore in sede) prevede un primo approccio all’ASL sotto forma di simulazione delle attività parlamentari. La fase preparatoria prevede lo studio delle regole e del funzionamento del Parlamento Europeo, nonché l’approfondimento dei temi oggetto dell’attività di simulazione. La fase operativa prevede la trattazione dei temi prescelti nell’ambito della simulazione vera e propria, quali il diritto di asilo e politiche migratorie negli Stati dell’Unione e l’integrazione degli studenti migranti nelle scuole dell’Unione Europea.

Modulo: Partecipare per includere

Il titolo del modulo fa riferimento alla necessità di sviluppare negli studenti una cittadinanza attiva a partire dall'analisi dei principali problemi globali e del territorio per arrivare a sentirsi protagonisti della propria realtà attraverso la formulazione di proposte concrete di risoluzione, fino alla stesura di una Carta di Principi e azioni eticamente sostenibili.

Il modulo prevede la suddivisione degli studenti in due gruppi che lavoreranno in modo laboratoriale sui seguenti macrotemi: diritto di asilo e politiche migratorie negli Stati dell’Unione e integrazione degli studenti migranti nelle scuole dell’Unione Europea. I gruppi sono costituiti in maniera eterogenea, sia da studenti con ottime competenze di base che da studenti stranieri e studenti con Bisogni Educativi Speciali, in modo da attivare interventi di peer-education. Il modulo si articola in tre momenti:

A. L' Orientamento che si svolgerà nella sede della scuola con la collaborazione di tutor e esperti;

B. La Simulazione della General Assembly del Parlamento Europeo che si svolgerà a Brussels nella sede del Parlamento Europeo;

C. Spirit of Europe

ARTICOLAZIONE

A. Orientamento:

Fase 1- avvio del progetto con informativa (2 ore);

Fase 2- conoscenza della struttura e del funzionamento delle Istituzioni Europee (3 ore);

Fase 3- ricerca delle fonti per conoscere la legislatura già esistente sull'argomento (3 ore).

B. Simulazione:

Fase 1- visita della città, delle sedi istituzionali e incontro con i rappresentanti del Parlamento (12 ore);

Fase 2- brainstorming e stesura di uno schema che raccolga e metta in ordine le idee di ogni studente (6 ore);

Fase 3- ricerca e elaborazione di un documento (Fact Sheet) nel quale elencare le fonti trovate che saranno utili per redigere la risoluzione parlamentare (12 ore) ;

Fase 4- elaborazione di un documento (Position Paper) nel quale verrà esposta la posizione degli studenti sui temi dell’integrazione e del diritto di asilo (6 ore);

Fase 5- discussione mirata al raggiungimento di un percorso comune (6 ore);

Fase 6- Committee Work. Presso la sede del Parlamento Europeo, ogni studente, insieme agli studenti di altre scuole d'Italia che hanno scelto la stessa Commissione Parlamentare, lavorerà con gli altri membri della propria Commissione alla stesura della risoluzione, esclusivamente in lingua inglese (16 ore);

Fase 7- General Assembly. Tutti gli studenti, divisi in Commissioni Parlamentari, si riuniranno nell' Assemblea Generale, simulando una vera assemblea parlamentare, e presenteranno, discuteranno e voteranno ogni risoluzione, esclusivamente in lingua inglese (12 ore);

Fase 8- a chiusura dei lavori si prevede una giornata (6 ore) dedicata all'approfondimento dei seguenti temi:

- le pietre miliari e le ragioni della costruzione dell’Europa;

- i grandi successi della storia della UE;

- le mappe d’Europa: Chi fa parte della zona Euro? Chi riceve aiuti dalla UE?

C. Spirit of Europe
Una giornata (6 ore) dedicata alla visita del parco Mini Europe (Brussels) e in particolare del percorso “Spirit of Europe”, un corso interattivo e d’intrattenimento sull’UE per scoprire l’Unione Europea, i suoi membri, la sua storia, i suoi successi, l’allargamento.
METODOLOGIE E STRATEGIE
• Peer education;
• discovery learning;
• learning by doing;
• cooperative learning;
• ricerca-azione;
• problem posing/solving;
• dibattito.